Trova il Franchising che fa per te
Fasce di Prezzo
0
Richiedi informazioni
DETTAGLI




Quanto ti viene chiesto è in ottemperanza al Regolamento Generale sulla Protezione Dati UE 2016/679 (GDPR). Ti invitiamo a leggere l'informativa completa.
0 MARCHI SELEZIONATI
Richiedi informazioni
DETTAGLI




Quanto ti viene chiesto è in ottemperanza al Regolamento Generale sulla Protezione Dati UE 2016/679 (GDPR). Ti invitiamo a leggere l'informativa completa.
RICERCA AVANZATA
Trova il Franchising che fa per te
Fasce di Prezzo

Come realizzare un negozio per bambini di successo: 5 consigli da seguire

In occasione di Pitti Bimbo (16-18 gennaio 2020) la piattaforma di co-progettazione The Playful Living (un progetto che mette al centro dell’abitare bambini ed adulti, proponendo idee e spunti per far stare bene insieme le persone, ovunque) in collaborazione con il Cilab (Laboratorio di Ricerca del Dipartimento di Design del Politecnico di Milano) allestisce un Concep Store ideale (The Kids Concept Store) che illustra e condivide idee e suggerimenti per realizzare un punto Retail Kids di successo.

Una serie di strategie - che integrano tecnologie, soluzioni d’arredo e capacità di cogliere le necessità profonde contemporanee - che saranno la forza dei punti vendita fisici, permettendogli di ritagliarsi un ruolo insostituibile nell’era digitale.

Ecco i 5 driver che secondo The Playful Living e Cilab guideranno l'evoluzione della distribuzione e delle vendite nel settore Kids nel prossimo futuro.

  1. FISICO E DIGITALE, DUE CANALI UN'UNICA ESPERIENZA: la distinzione tra il concetto di spazio fisico (il punto vendita) e quello di spazio digitale è superata. Nel negozio del futuro le entità digitali e fisiche saranno fuse e perfettamente collegate tra loro in un'unica esperienza vissuta dalle famiglie.
  2. SÌ TECNOLOGIA MA INSIEME A SINESTESIA ED EMPATIA: l'imminente aumento dell'utilizzo della tecnologia in-store rende il punto vendita più efficiente. È fondamentale però lavorare a creare la giusta atmosfera all'interno del negozio vissuta e percepita dai clienti.
  3. NON SOLO PRODOTTI: il design dei negozi, il clima percepito e il personale di vendita hanno un impatto profondo sull'esperienza di scoperta, test e acquisto. Il prodotto non sarà più il focus capace di attrarre clienti, a prevalere saranno invece le emozioni che i consumatori si aspettano di vivere all’interno degli store.
  4. IL NEGOZIO COME LUOGO, COME PROGETTO (o SITEMA PRODOTTO) lo store del futuro sarà un luogo di appartenenza, con una propria identità, dove i bambini e famiglie si sentiranno "a casa" e dove potranno non solo "stare” ma fermarsi. Si imporrà un sistema basato su progettazione e strategie di marketing qualitative, che mettano al centro le persone.
  5. SPERIMENTARE, INTEGRARE E COLLABORARE: La collaborazione, il co-design e la co-ideazione permetteranno di affrontare le nuove sfide della concorrenza digitale sia nella grande che nella piccola distribuzione. La regola sarà l'integrazione dei servizi personalizzati in grado di valorizzare l'esperienza d'acquisto con contenuti specifici e servizi ad hoc. Come? coinvolgendo diversi stakeholder, esperti, figure autorevoli e competente, ma anche integrando realtà che fanno parte del tessuto comunitario, amici e vicini del quartiere.

Durante i 3 giorni di Pitti Bimbo gli esperti del Cilab saranno a disposizione per consulenze personalizzate per i retailer del settore. Si terranno poi una serie di talk e incontri sul tema che coinvolgeranno esperti di settori trasversali.